Turismo Responsabile di NovaCoop

Benessere | Cammini | Cultura | Enogastronomia | Natura

Scopri il Piemonte in compagnia del team di Wool Travel Experience: accompagnatori turistici professionisti e guide ambientali escursionistiche ti porteranno a conoscere luoghi e realtà di questa regione dai piccoli angoli nascosti e dalla natura incontaminata.

PROPOSTA N. 1

BAGNO DI FORESTA NEL BOSCO DI SAN GIOVANNI – Immersione nei boschi della Valle Cervo

e visita al Santuario di San Giovanni d’Andorno

ISTRUTTORE CSEN & ACCOMPAGNATORE TURISTICO PROFESSIONISTA: Enrico De Luca

Periodo: 10 Settembre 2022

Tipologia: Cammini

Durata: 1 giorno

Target: adulti, famiglie

Difficoltà:

Ritrovo alla stazione di Biella San Paolo alle 10 per una giornata immersi nella natura e nei boschi della Valle Cervo. Salita con auto private in Valle Cervo (30 minuti dalla stazione).

Arrivo in una piccola frazione ed inizio escursione di ascensione al Santuario di San Giovanni d’Andorno. Attraverso le faggete incontreremo un piccolo eremo, primo insediamento religioso della Valle. Attività di “Forest Bathing” in bosco per grandi e piccoli. Arrivo alla Locanda del Santuario per pranzo (non incluso). Possibilità di pranzare liberamente ed assaggiare le caratteristiche “miacce” dolci e salate.

Dopo pranzo, visita guidata al complesso religioso di San Giovanni D’Andorno, con la biblioteca storica e il caratteristico campanone. Nel pomeriggio si riprende il cammino del bosco per tornare, attraverso un suggestivo percorso votivo, alle auto. Fine escursione.

INFORMAZIONI SUL TREKKING

Tempo di percorrenza in salita 1 ora e 30 minuti circa, salita con soste.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base alle condizioni meteo, del terreno, della preparazione fisica e dell’attrezzatura dei partecipanti.

I programmi e i trasporti potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: abiti comodi sportivi, scarpe da trekking, bastoncini da trekking (consigliati), zaino, giacca a vento, borraccia di acqua da 1 lt, cappellino, occhiali da sole, crema antizanzare, copertina/tovaglia/sacco di plastica per sedersi a terra.

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 8 persone, il numero massimo è di 15. Il viaggiatore sarà informato 7 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Livello di difficoltà

Escursione adatta a chiunque sia abituato a camminare in collina o montagna in sentieri e strade sterrate con salite e discese moderate, per qualche ora.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: € 25,00 – min. 10 partecipanti (under 18 anni gratuiti)

La quota comprende: costi di intermediazione, accompagnatore turistico professionista e istruttore CSEN per tutta la durata del tour

La quota non comprende: trasporti con i mezzi propri, pranzo, spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

PROPOSTA N. 2

TOUR IN VISTA DI VILLA APRILIA, FOBELLO, VALSESIA – Sui sentieri della libertà immersi in una natura esuberante

GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA: Diletta Zanella

Periodo: 17 Settembre 2022

Tipologia: Cammini

Durata: 1 giorno

Target: adulti, famiglie

Difficoltà:

Escursione in compagnia di una guida ufficiale del Parco Naturale Alta Valsesia, per scoprirne la natura, la cultura ei suoi lati più belli e poco conosciuti.

L’itinerario si svolge in un ambiente molto bello e interessante nonostante la lunghezza non è particolarmente faticoso.

Questo itinerario si svolge sull’antica mulattiera (iniziata nel 1883 e ultimata nel 1887) che conduce al lago e al Colle di Baranca e si collega con la Valle Strona (Omegna). Dal Colle di Baranca si può raggiungere il Col d’Egua, verso il comune di Carcoforo, (Val Sermenza). Si cammina lungo un itinerario di grande importanza storica, spesso utilizzato nei “grand tour” degli alpinisti inglesi dell’ottocento.

Da Fobello (873 m) si continua fino alla fraz. s. Maria dove si lascia l’auto. Seguendo la valle percorsa dal torrente Mastallone si incontra la doppia cascata dei Pissoni. La mulattiera, innalzandosi con un paio di tornanti, passa accanto ad una maestosa ceppaia di faggi e raggiunge l’Alpe Baranca. L’itinerario si porta in alto nei pressi della cascata formata dalla acque che escono dal Lago di Baranca (1775 m), questa è la sorgente del Torrente Mastallone. Lo si guada nel punto in cui esce dal lago e ci si porta sulla sponda sinistra raggiungendo in breve il colle di Baranca (1818 m) quindi l’alpe, costituita da numerose baite, alcune in stato di abbandono (come l’ex Albergo degli Alpini).

Poco distante, oltre un piccolo avvallamento, si notano i ruderi di quella che fu la superba Villa Aprilia, distrutta durante l’ultimo conflitto mondiale, appartenuta alla famiglia Lancia.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base alle condizioni meteo, del terreno, della preparazione fisica e dell’attrezzatura dei partecipanti.

I programmi e i trasporti potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: scarponcini da trekking, bastoncini da trekking, mantellina da pioggia ed effetti personali.

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 10 persone, il numero massimo è di 20. Il viaggiatore sarà informato 7 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Livello di difficoltà

Dislivello: salita 700 m circa

Tempo percorrenza: 2 ore e 30min, solo la salita escluse le soste

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: € 25,00 – min. 10 partecipanti

La quota comprende: compensi di intermediazione, accompagnamento della guida ambientale escursionistica

La quota non comprende: pranzo al sacco, spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

PROPOSTA N. 3

TOUR DEL PARCO DEL MONTE FENERA – I boschi e le grotte dove vissero i Neanderthal

GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA: Diletta Zanella

Periodo: 17 Ottobre 2022

Tipologia: Cammini

Durata: 1 giorno

Target: adulti, famiglie

Difficoltà:

Escursione in compagnia di una guida ufficiale del Parco naturale Alta Valsesia.

Da Grignasco un’escursione ad anello per raggiungere la cima del Monte Fenera, seguendone la particolare conformazione e geologia, che ha disegnato la storia dei suoi abitanti umani e non solo.

Il Monte Fenera si erge dalla pianura come un panettone isolato dal resto, è un Parco Naturale e per la sua particolare storia geologica fa parte del Sesia-Valgrande Geopark UNESCO.

Nei banchi calcareo dolomitici i fenomeni di carsismo hanno originato numerose cavità. In alcune di queste sono stati ritrovati resti di fauna preistorica tra cui l’orso delle caverne e dell’uomo di Neanderthal.

Da Grignasco (348 m), un comodo sentiero sale attraverso vecchi coltivi e vigneti abbandonati e giunge nei pressi di Bertasacco. Entrati nella valle del torrente Magiaiga, una comoda mulattiera permette di raggiungere i ruderi della cascina dell’Agru e poco dopo il ponte in sasso della Boretta. Una ripida salita conduce alla località Paradiso, costeggiando dei secolari castagni, si giunge prima a Cerianelli e poi alla fraz. Colma (696 m). Si lascia l’abitato seguendo la pista tagliafuoco, poco dopo si prende a destra il sentiero che attraversa una fascia di rocce calcaree, continua nel bosco e conduce ai ruderi dell’Alpe Fenera.

Da qui si prosegue fino alla sella tra le due cime, volgendo a sinistra si sale alla vetta dominata dalla grande croce di circa 12 metri eretta nel 1906. In questo punto è possibile ammirare un panorama completo delle Alpi occidentali, con il massiccio del Monte Rosa, e tutta la pianura sottostante.

Dopo la pausa pranzo si scende verso Grignasco passando da San Quirico e la cava della cote, per poi raggiungere la frazione Ara. Dove si passerà per il giardino delle grotte. Risalendo leggermente verso Bertasacco, si devia nel bosco, verso Grignasco.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base alle condizioni meteo, del terreno, della preparazione fisica e dell’attrezzatura dei partecipanti.

I programmi e i trasporti potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: scarponcini da trekking, bastoncini da trekking, mantellina da pioggia ed effetti personali.

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 10 persone, il numero massimo è di 20. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Livello di difficoltà

Dislivello: salita 550 m circa

Tempo percorrenza: 5 ore e 30min, escluse le soste.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: € 25,00 – min. 10 partecipanti

La quota comprende: compensi di intermediazione, accompagnamento della guida ambientale escursionistica

La quota non comprende: pranzo al sacco, spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.